Post in evidenza

La mappa della biodiversità del territorio

domenica 17 gennaio 2016

Progetto Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros

Domenica 17 gennaio 2016 alle 17.00, presso la Casa della Cultura del Municipio Roma V di Villa De Sanctis, s'è tenuto l'incontro di presentazione del progetto dell'Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros. Scopo del progetto (risultato tra i vincitori della Campagna di Ascolto "Acea per Roma" e patrocinato dal Municipio Roma V) è quello di definire 6 percorsi turistico-culturali nel territorio del Comprensorio Ad Duas Lauros e la creazione di una App e di un portale web in cui far confluire il primo nucleo di percorsi del futuro Ecomuseo. Il Comitato Scientifico del costituendo Ecomuseo è composto da antropologi, archeologi, storici e urbanisti, che lavorano al progetto dal 2009. Attraverso il contributo che verrà anche da laboratori partecipati, dai cittadini e dalle associazioni operanti nel territorio, verranno definiti sei itinerari con i relativi luoghi simbolo, luoghi della memoria, della storia, della cultura, dell'arte e delle identità. I percorsi, fruibili attraverso la pratica della passeggiata esplorativa, identificheranno specifici aspetti del territorio: quello archeologico, storico, paesaggistico-urbanistico, artistico, antropologico e spirituale. L'inaugurazione di questi percorsi è prevista per luglio. 

Il WWF Lazio - Gruppo Attivo Pigneto Prenestino ha portato il suo contributo al progetto, attraverso la stesura del Dossier sul Comprensorio archeologico Ad Duas Lauros, pubblicato nel 2011 e aggiornato nel 2015, nel quale ha curato ed elencato in particolare gli aspetti normativi e quelli relativi ai vincoli di tutela che sussistono sul territorio. Inoltre le ricerche naturalistiche ed i censimenti operati sul campo, nelle aree verdi e nei parchi del territorio, hanno consentito la compilazione di check list relative alle specie di avifauna che vivono o transitano nel territorio, un contributo di conoscenza che il WWF mette a disposizione del costituendo Ecomuseo, ai curatori del quale ha espressamente manifestato la disponibilità a collaborare per lo sviluppo degli aspetti naturalistici del progetto.

Nessun commento:

Posta un commento