Post in evidenza

La mappa della biodiversità del territorio

mercoledì 6 luglio 2016

Le proposte del WWF al Laboratorio di progettazione partecipata per la gestione condivisa del Parco di Centocelle

Lunedì 4 luglio il WWF Lazio - Gruppo Attivo Pigneto-Prenestino ha partecipato all'incontro pubblico che si è tenuto alla Casa della Cultura di Villa De Sanctis, il Laboratorio di progettazione partecipata per la gestione condivisa del Parco di Centocelle. 
Nel corso dell'incontro sono state fatte diverse proposte, sia sulle modalità di gestione del parco che sulle iniziative che si possono organizzare anche a breve. I nostri interventi e le nostre proposte, tra le quali quella di costruire un capanno di avvistamento per il birdwatching, organizzare un workshop fotografico sui rudimenti della fotografia naturalistica e realizzare percorsi didattici per esplorare e conoscere la fauna e la flora del parco, sono state ascoltate con interesse e sono risultate tra le più apprezzate. 
Il WWF Lazio - Gruppo Attivo Pigneto-Prenestino tiene comunque a sottolineare la necessità di rilanciare il progetto Centocelle Forest di M. Ruthven, vincitore del concorso internazionale del 1997. Un progetto che tra le altre cose prevede anche la realizzazione di aree umide e la creazione di zone di riforestazione con essenze tipiche della macchia mediterranea.
Particolarmente importante è la soluzione  dell'annosa questione relativa al trasferimento degli autodemolitori e di tutte le attività incompatibili, oltre al completamento dei lavori che consentano una piena fruizione di tutte le aree del parco (120 ettari complessivi). 
Occorrerebbe anche ragionare sulla necessità di replicare il percorso virtuoso che, nel 1988, portò all'istituzione dell'ente del Parco Regionale dell'Appia Antica. Grazie al quale oggi abbiamo, nel settore meridionale della città, quattro grandi aree verdi protette a disposizione dei cittadini e sottratte ai rischi di cementificazione: Valle della Caffarella, Parco degli Acquedotti, Tor Fiscale e Tor Marancia. Ad oggi nel settore orientale della città abbiamo aree verdi non meno importanti: il Parco di Centocelle, Villa De Sanctis, Parco Somaini (aree del Comprensorio Ad duas lauros), il comprensorio Mistica/Tor Tre Teste/Casa Calda, il Parco Tiburtino-Collatino. Tutte aree ancora in attesa di una sistemazione definitiva, vera sfida che le amministrazioni devono affrontare per dotare finalmente i cittadini di un sistema di parchi attrezzati che potrebbero essere gestiti da un ente creato ad hoc, il cui compito sarà quello di vigilare su queste aree e provvederne alla manutenzione, impedendo le scene e le situazioni di degrado cui purtroppo assistiamo quotidianamente.

Nessun commento:

Posta un commento