Post in evidenza

La mappa della biodiversità del territorio

venerdì 13 maggio 2016

Lago ex Snia frequentato stabilmente da tre specie protette dalla Direttiva Uccelli

Il Lago ex Snia è frequentato stabilmente da almeno 3 specie protette dalla Direttiva Uccelli: il Martin pescatore, il Falco pellegrino e la Sgarza ciuffetto. Complessivamente dal novembre 2014 ad oggi abbiamo censito e documentato, nel corso dei monitoraggi, la presenza di ben 69 specie di uccelli, tutte avvistate nell'area del lago. Tra queste ne abbiamo almeno 5 nidificanti, 4 tra gli acquatici (Germano reale, Tuffetto, Folaga e Gallinella d'acqua), ai quali possiamo aggiungere il Fagiano comune. Probabili nidificanti anche il Gheppio, il Passero solitario, il Picchio rosso maggiore e qualche rapace notturno (udito più volte il verso dell'Allocco, e forse anche dell'Assiolo, nell'area dell'ex fabbrica). Certa anche la nidificazione di numerosi passeriformi, tra le specie più comuni. Significativa la presenza, come svernante, della Poiana. Il sito è inoltre un'importante area di sosta per numerosi migratori, tra i quali la già citata Sgarza ciuffetto, la Nitticora, la Garzetta, la Tortora selvatica, il Rigogolo, l'Upupa e il Gruccione. Avvistati occasionalmente, nel corso dei monitoraggi, anche il Colombaccio, il Culbianco, il Piro piro piccolo e il Piro piro culbianco, la Sterpazzola, il Picchio verde, l'Usignolo, la Beccaccia, lo Sparviere e il Falco di palude. 
Molto importante il ruolo che l'area svolge nell'ambito della rete ecologica di Roma, sia come area di sosta che di nidificazione, sia per la sua posizione strategica nell'ambito dei corridoi ecologici che mettono in connessione questa rete. Un sito come questo offre un contributo indiscusso in termini di incremento della biodiversità complessiva all'interno della città. Oltretutto sempre in questa area abbiamo avvistato e filmato una volpe, e osservato più volte ricci, biacchi, gechi, libellule e lucciole. Queste ultime due, insieme al Martin pescatore, sono indicatori biologici la cui presenza è garanzia del fatto che le acque del lago sono pulite e l'ecosistema che si è venuto a creare è sano (nonostante la forte pressione antropica circostante e le numerose criticità).
La presenza (che abbiamo censito e documentato, con foto e video) di tutte queste specie di avifauna, mammiferi, rettili e odonati, rende urgente l'istituzione del vincolo del Monumento Naturale, richiesto a gran voce dal WWF Lazio e dal Forum Territoriale Permanente del Parco delle Energie, come strumento atto a tutelare e proteggere il delicato e ricco ecosistema che si è venuto a creare nell'area del lago.

A seguire il link dove visualizzare e scaricare la check list completa delle specie di avifauna che abbiamo censito e le foto delle 3 specie protette dalla Direttiva Uccelli, immortalate dal nostro attivista Mario Paloni:



Sgarza ciuffetto (Ardeola ralloides) al Lago ex Snia (foto di Mario Paloni)


Martin pescatore (Alcedo atthis) al Lago ex Snia (foto di Mario Paloni)


Falco pellegrino (Falco peregrinus) in prossimità del Lago ex Snia (foto di Mario Paloni)


Nessun commento:

Posta un commento