Post in evidenza

La mappa della biodiversità del territorio

mercoledì 26 ottobre 2016

Lago ex Snia: proseguono i monitoraggi dell'avifauna nel periodo del passo migratorio

Nitticora al Lago ex Snia, foto di Mario Paloni
Gli attivisti del WWF Lazio - Gruppo Attivo Pigneto-Prenestino continuano a monitorare l'area del Lago ex Snia, in particolare in questo periodo in cui gli uccelli partono dai siti di nidificazione per rientrare in Africa, dove trascorreranno l'inverno.
Dal mese di novembre del 2014 ad oggi, nell'area del lago e del parco circostante abbiamo osservato ben 71 specie di avifauna, tra svernanti, nidificanti e di passo.
Nella serata di ieri, 26 ottobre 2016, oltre alle specie ordinarie abbiamo avvistato un Airone cenerino, due Nitticore, due Martin pescatori, due Falchi pellegrini in predazione sugli Storni che rientravano nei dormitori, un esemplare maschio di Passero solitario, una Ballerina gialla. 
Ancora una volta abbiamo avuto la fortuna di constatare e documentare l'importanza naturalistica di questo sito, infatti ieri erano presenti tra gli altri, contemporaneamente, gli esemplari di ben due specie protette dalla Direttiva Uccelli dell'Unione Europea: il Martin pescatore e il Falco pellegrino. Inoltre abbiamo spesso osservato una terza specie protetta anch'essa dalla Direttiva Uccelli, la Sgarza ciuffetto.
Ballerina gialla al Lago ex Snia, foto di Mario Paloni
L'Airone cenerino l'abbiamo visto scendere al crepuscolo, poco prima che facesse buio, su una sponda del lago, dove è andato a nascondersi e a trascorrere la notte nel fitto del canneto. Subito dopo abbiamo visto arrivare in volo le due Nitticore (una delle quali siamo riusciti anche a fotografare), un altro piccolo airone che, soprattutto nel periodo del passo migratorio, viene spesso a trascorrere qualche ora o qualche giorno sulle sponde del lago.
Gli avvistamenti di ieri confermano ancora una volta il ruolo strategico del Lago ex Snia nell'ambito della rete ecologica di Roma, all'interno della quale svolge il ruolo di una Stepping stone (Pietra da guado). Funge in particolare da area di supporto per le specie in migrazione, come dimostrano gli avvistamenti di ieri sera relativi all'Airone cenerino e ai due esempari di Nitticora, e come dimostrano gli avvistamenti frequenti della Sgarza ciuffetto. 
Motivo in più per tutelare questo sito (e le preziose specie che lo frequentano) con l'apposizione del vincolo di Monumento naturale.
Cogliamo l'occasione per ricordare che è possibile consultare online la mappa della biodiversità che abbiamo realizzato e che mostra i valori naturalistici (finora ne abbiamo inseriti oltre 850) di cui è ricco il nostro territorio.

Nessun commento:

Posta un commento